Formula 1: Ecco chi sono i tester per le Team nel 2018

Come è ben noto, ogni squadra di Formula 1 oltre ad avere i due piloti titolari hanno un candidato di riserva, quelli noti come “terzo pilota”, il terzo pilota può assumere anche le vesti di -test driver- che aiuta il team a sviluppare l’auto al simulatore. Ma chi sono i test driver nonché piloti di riserve per le scuderie di Formula 1 nel 2018? Ora li analizzeremo uno ad uno.

Mercedes

Mercedes ha Esteban Ocon in Force India mentre il francese continua a fare esperienza in Formula 1, ma i suoi piloti di riserva quest’anno sono Pascal Wehrlein e George Russell. Wehrlein ha gareggiato per Manor (2016) e Sauber (2017), ma non è riuscito ad assicurarsi un posto e quest’anno combinerà i dazi di riserva Mercedes con un ritorno al DTM, nel tentativo di riconquistare la corona ottenuta nel 2015, prima di Uscita Mercedes Quando Wehrlein non è disponibile, la sua posizione sarà presa da Russell. Il ventenne britannico ha vinto il titolo GP3 dello scorso anno, testato per Mercedes e Force India, e questa stagione competerà per l’ART in Formula 2.

Ferrari

Il ruolo di test e riserva della Ferrari sarà nuovamente affidato a Antonio Giovinazzi; il secondo posto della GP2 2016 è stato trascurato in favore di Marcus Ericsson per un posto in gara alla Sauber, la squadra con cui ha iniziato due Gran Premi l’anno scorso al posto dell’infelice Wehrlein. Giovinazzi è stato affiancato dall’ex-pilota Red Bull e Toro Rosso Daniil Kvyat, in qualità di pilota russo per lo sviluppo, mentre il primo membro dell’Academy Charles Leclerc farà il suo debutto con la Sauber. Accanto a Leclerc in Accademia ci sono: Antonio Fuoco (Formula 2 con Charouz Racing System), Guan Yu Zhou, Marcus Armstrong e Robert Shwartman (tutta la Formula 3 con Prema), Callum Ilott (GP3 con ART), Giuliano Alesi (GP3 con Trident) , Enzo Fittipaldi e Gianluca Petecof (Formula 4 con Prema).

Red Bull

Red Bull continuerà a impiegare i servizi di Sebastien Buemi come collaudatore; Buemi ha gareggiato per la Toro Rosso tra il 2009 e il 2011 ed è ora in prima fila nel World Endurance Championship e nella Formula E. Buemi è destinata ad essere assistita in simulazioni di Formula 1 dal membro principale del Junior Team, Dan Ticktum, Macau Grand Prix vincitore che gareggerà per Motopark in Formula 3. Altri membri Junior Team sono Neil Verhagen (FR2.0 Eurocup con Tech 1), Jack Doohan e Dennis Hauger (entrambi inglesi F4 con Arden), insieme a Jonny Edgar e Harry Thompson (karting) . Nirei Fukuzumi, sostenuta dalla Honda, nel frattempo è diventata un’atleta della Red Bull e dividerà il suo tempo tra la Formula 2 (Arden) e la Super Formula (Mugen).

Force India

Force India ha ingaggiato Nicholas Latifi come pilota di test e di riserva, e parteciperà a sessioni FP1 selezionate, anche se una corsa pre-campionato pianificata è stata annullata a causa di una malattia. Latifi, che ha testato la RS17 di Renault lo scorso anno, continuerà a gareggiare per il DAMS in Formula 2, classificandosi quinta in classifica nel 2017. Nikita Mazepin rimane come pilota di sviluppo e gli è stato affidato il debutto nel VJM11 durante i test; gareggerà per ART in GP3 in questa stagione.

Williams

Williams ha indubbiamente i servizi del driver di test / sviluppo più alto profilo sotto forma di Robert Kubica. Quest’anno Pole parteciperà a tre sessioni FP1 per aiutare i progressi della squadra con il suo FW41, continuando contemporaneamente nella sua ambizione di atterrare un posto di guida. Il giovane ex-Renault Oliver Rowland, terzo nella classifica F2 dello scorso anno, ha assunto la posizione di ‘Young Driver’ (anche se ironicamente è più vecchio di entrambi i piloti) e assisterà con i compiti del simulatore e anche l’FW41 durante i test stagionali.

Renault

Jack Aitken, il membro principale dell’Accademia Renault dal suo risveglio del 2016, è stato nominato come riserva, e il secondo classificato della GP3 salirà alla Formula 2 con ART quest’anno. Artem Markelov, runner-up della scorsa stagione della scorsa stagione, sarà il pilota di sviluppo della Renault, e sono in programma sia le macchine attuali che quelle vecchie. Aitken punta nuovamente sul giovane pilota Renault, mentre gli altri membri sono Sacha Fenestraz (F3 con Carlin), Sun Yue Yang (BRDC britannico F3 con Carlin), Max Fewtrell e Victor Martins (Eurocup FR2.0 con R-ace GP), Christian Lundgaard (Eurocup FR2.0 con MP Motorsport) e Arthur Rougier (Eurocup FR2.0 con Fortec Motorsports).

Haas

Santino Ferrucci e Arjun Maini formeranno nuovamente l’accoppiata di driver di sviluppo di Haas. Ferrucci è stato con Haas dal 2016 e ha testato sia il VF-16 che il VF-17, l’americano che è passato alla Formula 2 con il Trident a metà dello scorso anno. Ferrucci contesterà l’intera campagna per il Trident in questa stagione, e sarà affiancato dal debuttante Maini.

McLaren

Il campione di Formula 3 Lando Norris, 18 anni, ha sostituito Jenson Button come pilota di riserva e riempirà la falla se Fernando Alonso o Stoffel Vandoorne non saranno disponibili. Norris, che ha già esperienza nella prova di F1, quest’anno gareggerà per Carlin in Formula 2; uno dei suoi rivali sarà Nyck de Vries, il corridore Prema un membro a lungo termine del giovane schema piloti della McLaren. Oliver Turvey, esperto simulatore, continuerà a lavorare dietro le quinte della McLaren, al fianco della sua vettura sportiva e dei suoi incarichi in Formula E, ed è stato raggiunto da Rudy van Buren, vincitore del World’s Fastest Gamer.

Sauber

Quest’anno la Sauber farà segnare il tempo alla riserva Giovinazzi della Ferrari, con il suo programma che include la corsa ai sei Gran Premi. Tatiana Calderon, collaudatrice nominata da Sauber. Svolgerà mansioni di simulatore e trarrà beneficio dall’allenamento in loco in weekend weekend del Gran Premio; lei rimarrà in GP3 questa stagione, il suo terzo anno nella divisione, in corsa per Jenzer Motorsport.

La Toro Rosso deve ancora nominare i piloti NON ufficiali.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro
CANALE TELEGRAM per le dirette sulla F1

Precedente FormulaE: Di Grassi multato per colpa della biancheria Successivo McLaren: Risolti tutti i problemi di affidabilità