Formula 1 | I top team di F1 hanno recuperto il carico perso con il nuovo regolamento

Al contrario di quanto detto da Andy Green della Racing Point, le varie indiscrezioni che arrivano dai top team [Mercedes, Ferrari e Red Bull], fanno intendere che il “vuoto” creatosi dal nuovo regolamento sia stato già colmato.

Il direttore tecnico della Racing Point [Force India] Andy Green ha lanciato l’allarme sul nuovo regolamento aerodinamico, dichiarando che le nuove modifiche sull’aerodinamica potranno avere effetti devastanti sulle prestazioni delle nuove monoposto, e le nuove ali non favoriranno i sorpassi.

Mentre dall’altra parte i top team Mercedes e Ferrari, sono quasi alla pari sul livello aerodinamico, mentre la Red Bull è pronta a stupire nonostante i cambi di regolamento del 2019, cambi che hanno colpito più profondamente il progetto della nuova monoposto di Adrian Newey.

Ma la storia della Formula 1 e della Red Bull stessa, ha insegnato che il genio di Adrian Newey non ha limiti e quindi, nonostante il cambio di regolamento lui ce la metterà tutta, ma dall’altra parte rimane l’incognita della power unit Honda.

Le monoposto 2019, a iniziare dalla presentazione della Renault in programma il 12 febbraio, saranno esteticamente e visivamente simili, ma dal lato aerodinamico saranno molto diverse l’una dall’altra (almeno per quanto riguarda l’inizio della stagione).

Il lato più interessante è riuscire a capire chi avrà lavorato meglio per costruire una monoposto competitiva e vincente, anche al limite del regolamento. Durante i test pre-stagionali di Barcellona tutti i team metteranno in pista la loro monoposto “definitiva”, ma tenteranno di nascondere ai propri avversari i vari dettagli.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Precedente Formula 1 | John Elkann: "Nessun ribaltone nella gestione sportiva e all'interno del team" Successivo Formula 1 | Daniel Ricciardo non si farà ingannare dal record negativo di Nico Hulkenberg

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.