Formula 1 | La Ferrari prova i cerchi con i fori “stile Mercedes” nella terza giornata di test

La Ferrari durante la mattinata del terzo giorno di test pre-stagionali ha introdotto per la prima volta i nuovi cerchi posteriori. I nuovi cerchi sono simili a quelli adottati dalla Mercedes nel 2018, con i fori per evitare il surriscaldamento degli pneumatici.

La Ferrari ha voluto seguire la scia presa da alcuni team sulle orme della Mercedes, adottando anch’essa sulla nuova SF90 dei nuovi cerchi posteriori, con questa modifica si eviterebbe il surriscaldamento delle gomme posteriori.

I cerchi adottati dalla nuova Ferrari, non sono altro che i cerchi che hanno scaturito una grande polemica e dibattito verso la fine del mondiale di Formula 1 2018, a causa dell’indecisione dei commissari della FIA, che hanno dapprima considerato la soluzione legale, per poi farla diventare illegale in Messico per poi trarre la conclusione di illegalità limitata.

Cerchi forati Ferrari

Con l’adozione dei cerchi forati (OZ Racing) nella campana, la Mercedes riusciva ad abbassare la temperatura delle gomme posteriori e a raffreddare il cuscinetto porta mozzo, ma non si era riuscito a verificare a causa dei fori troppo piccoli, se avessero anche una funzione aerodinamica.

Dopo aver chiarito definitivamente la questione, i cerchi forati si sono visti sulla McLaren e sulla Red Bull, ed oggi infine si sono visti anche sulla nuova Ferrari SF90, anche se la messa a punto sembra essere complicata e si avrà bisogno di altri test per accurarla.

Ruggiero Dambra Instagram – Twitter

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI SE TI INTERESSANO:

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Precedente Formula 1 | Kimi Raikkonen è il RE di Barcellona nella sessione mattutina con la sua Alfa Romeo [giorno 3] Successivo Formula 1 | La Ferrari chiude in anticipo la sessione, Mattia Binotto: “Nessun problema, mi vedete preoccupato?”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.