GP del Messico | Max Verstappen vince la gara davanti le Ferrari e Lewis Hamilton il quinto titolo mondiale

Max Verstappen vince il Gran Premio del Messico davanti alle due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, mentre il compagno di squadra Daniel Ricciardo ha avuto il suo ottavo ritiro stagionale per problemi tecnici.

Tutto ciò passa in secondo piano con la vittoria del quinto titolo mondiale di Lewis Hamilton conquistato nonostante il suo quarto posto in gara

La temperatura dell’asfalto è di 19°C, quella atmosferica è di 32°C mentre le possibilità di precipitazioni sono del 20% queste sono le condizioni atmosferiche con cui si accende il semaforo verde del Gran Premio del Messico, al suo spegnimento Lewis Hamilton ha un buono spunto anche grazie alla potenza del motore Mercedes che si infila in mezzo alle due Red Bull facendo perdere la posizione a Daniel Ricciardo che finisce alle sue spalle e il leader diventa Max Verstappen.

Ottimo spunto iniziale anche del finlandese Valtteri Bottas che va subito all’attacco del tedesco della Ferrari ma dopo un piccolo contatto ruota a ruota, si accoda solamente, mentre tra Esteban Ocon della Force India e Brendon Hartley della Toro Rosso il contatto c’è e insieme anche i danni, che costringono entrambi a fermarsi ai box al primo giro per sostituire il “muso”, mentre Kimi Raikkonen segue tutti i cinque piloti dei top team, seguito dalle due Renault.

Ritiro per Fernando Alonso che arriva al giro numero 5 dopo una fumata anomala nel posteriore della sua monoposto (che verrà analizzata nel post gara) e viene esposta la virtual safety car. La McLaren numero 14 è rimasta colpita e danneggiata anche da un pezzo di ala che si è staccata dalla Force India di Esteban Ocon al contatto al via.

Al giro 12 i due piloti della Mercedes si fermano ai box per la prima sosta, montando le supersoft (banda rossa), dopo che l’inglese Lewis Hamilton stava avendo difficoltà a tenersi alle spalle Daniel Ricciardo, ma dopo la prima sosta entrambi si ritrovano alle spalle dei due piloti Red Bull.

Daniel Ricciardo si ferma al giro successivo, mentre Max Verstappen al giro 14, entrambi montando le supersoft, mentre alle spalle c’è un interessante Charles Leclerc che tenta di avvicinarsi alla Mercedes di Valtteri Bottas.

Al giro 15 Max Verstappen supera con maestria e con gomme nuove Kimi Raikkonen, prendendosi la seconda posizione e il record sul giro, mentre al giro successivo Lewis Hamilton e Daniel Ricciardo mettono nel mirino Kimi Raikkonen che viene superato da entrambi che montano le gomme appena montate.

Al giro 18 entrambi i piloti Ferrari, prima Vettel e poi Raikkonen entrano in pit lane per effettuare la loro prima sosta con la stessa strategia del gruppo di testa, montando le supersoft, al loro rientro le posizione delineate vedono il seguente ordine: Verstappen-Hamilton-Ricciardo-Vettel-Bottas-Raikkonen.

Al giro 30 Sebastian Vettel prende la scia di Daniel Ricciardo e si avvicina quasi ad attaccarsi alla Red Bull, ma viene esposta la virtual safety car e il sorpasso viene gelato, VSC esposta a causa di Carlos Sainz che con la sua Renault si ferma alla curva dello stadio a causa di una rottura nel posteriore, ma il tedesco nonostante ciò non si stacca dall’australiano, attendendo la ripartenza.

Alla ripartenza Sebastian Vettel non riesce a superarlo sul rettilineo anche grazie alla trazione superiore della Red Bull si fa sentire e il gap torna ad aumentare, ma il tedesco non molla e infatti si trovano avanti da doppiare Charles Leclerc e Segio Perez che sono in lotta e nonostante l’esposizine della bandiera blu non si spostano e Sebastian Vettel riesce nel sorpasso di Daniel Ricciardo. Subito dopo i due piloti danno la strada libera alle due monoposto, e Sergio Perez tenta il sorpasso su Charles Leclerc e ci riesce ma il monegasco si riprende la posizione prima di scambiarla di nuovo al giro 35.

Sebastian Vettel guadagna tantissimo su Lewis Hamilton e arriva a vederlo nel suo mirino, guadagnando un secondo a giro, al giro 39 con il DRS aperto si prende la posizione su Lewis Hamilton insieme al boato del pubblico che lo acclama (nella lotta per il mondiale non cambia nulla), ora l’unico obiettivo è Max Verstappen leader del Gran Premio

Problemi meccanici per Sergio Perez che si notano per il pilota di casa proprio quando entra nello stadio, ed è costretto a rientrare ai box e ritirarsi e cala il silenzio sull’intero tracciato.

Daniel Ricciardo guadagna un secondo a giro su Lewis Hamilton e il pilota inglese si arrabbia con il suo muretto dicendogli di aver sbagliato tutto. Al giro 45 Daniel Ricciardo è attaccato a Lewis Hamilton che prepara il sorpasso e lo riesce a effettuare solamente dopo 2 giri dopo che l’inglese effettua un bloccaggio e taglia tutta la curva andando sull’erba e si prende la terza posizione.

Sebastian Vettel si ferma a sorpresa e monta le ultrasoft e poco dopo rientra anche Lewis Hamilton obbligato, mentre dietro di loro a sorpresa Valtteri Bottas va lungo nello stesso punto di Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen ne approfitta. Sosta al giro 49 anche per Max Verstappen che monta le supersoft per rispondere alla strategia della Ferrari, mentre costretto dal “lungo” anche Bottas si ferma ai box e monta le ultrasoft.

Colpo di scena a dieci giri dal termine, esce del fumo dal posteriore della Red Bull di Daniel Ricciardo, che si ritira ancora una volta, regalando così il podio ai due piloti Ferrari, Sebastian Vettel in seconda posizione e Kimi Raikkonen in terza posizione. Esce la Virtual Safety Car e nuovamente per lui c’è un ritiro e Max Verstappen chiede un check sulla sua monoposto.

Al giro 63 la Mercedes fa entrare in pit lane per la seconda sosta Valtteri Bottas che monta la hypersoft e nel momento della sua uscita dal box “rientra” la Virtual Safety Car. Le posizioni attuali sono: Verstappen-Vettel-Raikkonen-Hamilton-Bottas. Mentre Max Verstappen chiede molte volte al team dei controlli sulla sua monoposto, perchè teme di avere una situazione come quella del suo compagno di squadra.

Ultimi giri del Gran Premio e la Mercedes è totalmente anonima, Lewis Hamilton vincerà il mondiale mentre la Mercedes sta facendo la sua peggior gara del mondiale, rischiando di essere addirittura doppiata, sarà un festeggiamento amaro per Lewis Hamilton, mentre gara amara sicuramente per Daniel Ricciardo

Max Verstappen taglia il traguardo e vince il Gran Premio del Messico, seguito dalle due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen mentre Lewis Hamilton tagliando il traguardo con ritardo diventa cinque volte campione del mondo eguagliando Fangio.

Ruggiero Dambra InstagramTwitter

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Precedente GP del Messico | I piloti Ferrari dopo le qualifiche: "da ieri fatti progressi, ma non abbastanza" Successivo GP del Messico | Tutta la frustazione di Daniel Ricciardo, salterà gli ultimi due Gran Premi?