MotoGP | Viene approvata la penalità “Long Lap” dalla stagione 2019

La MotoGP ha introdotto una penalità detta “Long Lap” per la stagione 2019 volta a rendere più equa la penalità per le infrazioni di superamento dei limiti del tracciato.

Se si riscontra che un pilota ha superato i limiti di tracciato e quindi ha ottenuto un vantaggio sleale, i commissari impongono ora la penalità sul Long Lap, piuttosto che una penalità di cambio di posizione, che richiede ad esso di percorrere un percorso più lungo intorno a un angolo predeterminato , che verrà contrassegnato, con la conseguente perdita di secondi importanti.

Nel nuovo regolamento si può leggere:

“In ogni circuito un percorso sarà definito e segnato in un punto sicuro attorno alla pista, di solito in un’area di deflusso asfaltata al di fuori di una curva, che è di alcuni secondi più lento della normale traiettoria perfetta”.

Una volta che la penalità è stata emanata, i corridori avranno tre giri per prendere la via alternativa:

“Saranno predisposte delle procedure per consentire ai Commissari Sportivi di utilizzare una penalità di tempo equivalente [al passaggio nella long lap] nel caso in cui il pilota non sia in grado di completare il Long Lap, (ad esempio in caso di una gara con bandiera rossa)”.

Long Lap MotoGP

Questa penalità sarà aggiunta all’elenco delle sanzioni disponibili per i Commissari FIM di MotoGP, e mentre sarà principalmente attuata per le violazioni di superamento dei limiti del circuito, potrà essere utilizzata in qualsiasi circostanza ritenuta appropriata dai Commissari.

La Commissione del Gran Premio del Qatar, ha tenuto un incontro venerdì per ratificare la nuova penalità per la nuova stagione, il che significa che entrerà in vigore per la gara di apertura della stagione in Qatar il prossimo fine settimana.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.